La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« Via l'islam dall'Egitto | Principale | Egitto, la parola ai cristiani »

17/08/13

Commenti

marianna

Più chiaro ed esauriente di così non si può.
Anch'io sono rimasta perplessa quando ho visto spargere le tante lacrimucce degli occidentali per i musulmani uccisi negli scontri con esercito e polizia.
Si può provare un'umana pietas in quanto vite umane certamente ma non di più.
E poi, come tu sottolinei, grande è stato il silenzio della stampa occidentale per gli attacchi alle chiese cristiane e a cristiani inermi nelle loro case o nei posti di lavoro. E questo un po' dappertutto. Non solo al Cairo.
Grazie, carissimo Dragor.
Un abbraccio.
(E dai notizie!)
Marianna

Pim

Tutto vero, caro Dragor, come è pure vero che i Fratelli Musulmani non sono un monolito ma al loro interno vi sono posizioni più sfumate e ragionevoli
Secondo me il pericolo reale è ora rappresentato dai capi militari: l'esercito sta palesemente violando i diritti umani, e ciò dovrebbe suscitare una reazione forte nella comunità internazionale. Comunità che si limita invece a sconsigliare i turisti di recarsi nei resort delle coste mediterranee e del Mar Rosso...

Pim

dragor

Cara Marianna, sono anni che segnalo lo strano disinteresse dei cristiani per i loro correligionari. Più gli islamici infieriscono, più se li coccolano. In Francia la stampa tace le profanazione di chiese da parte degli islamici, mentre enfatizza quella delle moschee da parte dei cristiani. Domani pubblichero' un'intervista a un prete di Alessandria che parla della situazione dei cristiani in Egitto.
Un abbraccio, buona notte.

dragor (journal intime)

dragor

Pim, non più dell’esercito francese che, per proteggere la Rivoluzione, ha fatto fuori 300.000 bretoni controrivoluzionari. Se oggi non dobbiamo più sorbirci il potere assoluto dei monarchi e dei preti, lo dobbiamo a questa «violazione dei diritti umani». Se l’azione dell’armata egiziana potrà assicurare all’Egitto un futuro di pace e l’uguaglianza fra i cittadini (secondo le mie informazioni, già da adesso si riconoscono uguali diritti a tutte le minoranze), la sua «violazione» sarà storicamente giustificata.
Buon pomeriggio, a presto

dragor (journal intime)

Alex

C'est sur qu'avec une armée egyptienne financée par l'Arabie saoudite, on va vers une société sans Islam, égalitaire et pacifique :-)

Alex

Alberto

Forse se la comunità internazionale si indigna per le morti civili è perchè ha capito quello che è successo realmente, e non quello che la propaganda di regime vorrebbe far credere.

Mi dispiace per te Marianna, ti credevo una persona intelligente. Sulla malafede di Dragor invece non ho dubbi!

ecco cosa ha pubblicato oggi il Corriere della sera: (da uno dei suoi inviati)

http://lacittanuova.milano.corriere.it/2013/08/20/tra-i-manifestanti-al-cairo-un-corteo-pacifico-poi-hanno-cominciato-a-spararci-addosso/

Alberto

in risposta alla tua analisi sui Fratelli Musulmani ti propongo questo articolo, scritto da un giornale che non ha in simpatia i musulmani:
http://news.panorama.it/esteri/egitto-fratelli-musulmani?utm_source=outbrain&utm_medium=widget&obref=obinsite

come si può vedere, i F.M. sono stati fondati quasi 100 anni fa in risposta al colonialismo occidentale. se, negli ultimi 100 anni, l'occidente avesse lasciato in pace queste popolazioni, oggi i F.M sarebbero 5-6... Invece sono decine di milioni!

Fra decine di guerre e occupazioni coloniali, i F.M. hanno ingrossato le loro fila. Possiamo forse dire che l'occidente non ha nessuna colpa in tutto questo? solo un folle non lo capirebbe!

dragor

La mia lettura degli eventi è molto simile a quella di Antoine Sfeir, considerato il più grande orientalista vivente (ho messo un link al suo articolo): gli egiziani hanno rifiutato la charia imposta da Morsi e l’esercito ha salvato la rivoluzione. Perfino al Jazeera afferma che la quasi totalità degli egiziani sostiene l’azione di al Sisi. Invece la posizione pro Morsi è ampiamente condivisa da fascisti bigotti come Erdogan, Gannouchi, al Quaradawi, Tarek Ramadan, oltre che dalla parte più oscurantista degli egiziani. L’episodio che segnali, per quanto deplorevole, non cambia i termini della questione.

Il colonialismo islamico è cominciato molto prima di quello europeo ed è durato molto di più. In pochi anni gli europei hanno accompagnato i paesi del Medio Oriente verso l’indipendenza, cosa che gli islamici in secoli di dominio si sono ben guardati dal fare. Sono piuttosto gli islamici che dovrebbero stracciarsi le vesti mentre greci, bulgari e rumeni dovrebbero fare la jihad contro gli antichi oppressori. Ma naturalmente gli islamici non si sentono in colpa perché il loro obiettivo dichiarato è la conquista del mondo e approfittano della masochistica ingenuità dei kouffar per manovrarli come marionette.

Nel video che ho pubblicato c'è tutto quello che dice "Panorama" e molto di più. Per esempio, "Panorama" non fa parola della loro lunga alleanza con Hitler che invece risullta dal video e nei link che ho inserito nel post. Non fa parola delle simpatie naziste di al Quaradawi, il loro capo spirituale, e di Tariq Ramadan, il figlio del loro fondatore Hassan el Banna,che ho conosciuto personalmente a Ginevra. Se vuoi esprimere un giudizio, devi tenere conto di questi dati.

Grazie del commento, buona serata

dragor (journal intime)

dragor

Vorrei ricordare una regola d’oro: in un dibattito corretto non si dubita MAI della buona fede e dell’intelligenza dell’interlocutore. Si confrontano gli argomenti, punto e basta.

dragor (journal intime)

dragor

Alex, la fin justifie les moyens :-)

dragor (journal intime)

I commenti per questa nota sono chiusi.