La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« E se radessimo al suolo la Tour Montparnasse? | Principale | L'omosessualità è una perversione? »

31/01/14

Commenti

Alberto B

Caro Dragor, Marcello Veneziani è più coerente di te… infatti lui è un fascista, probabilmente anche un negazionista, quindi cosa c’è di strano se dice che la celebrazione della Shoh lo annoia?

Pim

L'umanità fatica a fare i conti con se stessa. Più che negazionismo, seguendo i precetti di nonno Sigismondo (ebreo pure lui) io la chiamerei negazione.

dragor

Alberto, non c'è niente di strano, a parte il fatto che i propositi di questo tizio li ho sempre sentiti ripetere da persone di ogni colore politico. Li ho riportati soltanto perché mi sembrano esemplari. Non si tratta di negazionismo, visto che il genocidio non viene negato, ma di insofferenza.

dragor (journal intime)

dragor

Pim, i razzisti che non si arrischiano a negare un genocidio manifestano insofferenza per la sua commemorazione. Un esempio? Nel 1998 ho partecipato a Ginevra a una commemorazione del genocidio rwandese. Un tizio mi ha detto: "Ma come? Sono passati 4 anni e stanno ancora rompendo con questa storia?"

dragor (journal intime)

dragor

Grazie della visita e buon weekend a tutti!

dragor (journal intime)

Tesea

C'est l'argent qui fait la ...commemoration!
Pas d'argent pour les Circasses...etc. etc......etc......
Tesea

dragor

Tesea, ça veut dire que les Chrétiens ont plus d'argent que les Juifs!

dragor (journal intime)

I commenti per questa nota sono chiusi.