La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« Israele, la rivolta degli schiavi | Principale | Hervé Gourdel: chi soffre e chi gode »

08/08/14

Commenti

Alex

Ma poteva pensare diversamente la tua cristianissima nonna? Non è alla base della religione cristiana questa barbarie che dice che il peccato originale di Adamo ed Eva si trasmette da una generazione all'altra come una specie di flusso! :-)

Alex

dragor

Infatti la tara ereditaria è la base del razzismo, Alex. Nel caso del peccato originale si è colpevolizzata tutta la razza umana per poterla meglio asservire ai fini religiosi

dragor (journal intime)

Pim

Infatti... ti sei risposto da solo.
Ed è per questo motivo che non replico e ti abbraccio.
:-)

P.

Daniele Pozzati

Caro Dragor, mi dispiace che tu, in una età delicata come l'infanzia, sia stato "violentato" da tua nonna con concetti orribili e a malapena comprensibili, nella loro rivoltante assurdità, persino da un adulto. Tu sarai anche ebreo, ma sposando una donna del Rwanda hai dimostrato che trasmettere l'ebraismo era l'ultimo dei tuoi pensieri. Cosí il padre della mia ex, ebreo, sposò una donna russa di St Pietroburgo. Vorrei comunque farti presente che non fa onore alla tua intelligenza e grande cultura ripetere la più trita e disumana propaganda sionista. Mi riferisco agli "scudi umani" di Hamas. gaza è una delle zone più densamente popolate del mondo. Se punti l'artiglieria missilistica contro le abiazioni civili cosa ti aspetti di ottenere? E le scuole dell'ONU ripetutamente attaccate nonostante le loro coordinate fossere chiare a Israele? Anche quelle scudi umani di Hamas? Via Dragor, tutto il resto che scrivi va bene, ma evita di calunniare un movimento, Hamas, che gode di tanta popolarità presso i palestinesi, e la cui ascesa fu favorita proprio da Israele per indebolire l'OLP. Siamo obiettivi. Vorrei inoltre farti notare che non pochi ebrei, sopravvissuti all'Olocausto, dicono no alla violenza di quel criminale di guerra attualmente primo ministro israeliano, e i suoi complici a Londra e Washington. Gentilmente dai un occhiata a questo link: http://telesurtv.net/english/news/225-Jewish-Survivors-of-Nazi-Genocide-Condemn-the-Massacre-of-Palestinians-20140817-0013.html cordialità, Daniele

dragor

Caro Daniele Pozzati, vorrei premettere che io sono ebreo mio malgrado. Me ne infischio di essere ebreo, sono gli altri a considerarmi tale. E' vero, mi piace Israele perché in quel paese ho vissuto, suonato, amato, lottato e ci abita una parte della mia famiglia. Ma l'ebraismo e il sionismo non m'interessano. Del resto Israele è il paese più ateo della terra, con il 60 per cento di abitanti che fortunatamente non crede in nessuna religione. Quanto ad Hamas, la sua popolarità non toglie niente al fatto che sia un movimento terrorista. Anche Hitler era popolare ma questo non toglie che fosse Hitler. In effetti la costituzione di Hamas sembra scritta dal nipotino di Hitler e l'articolo 7 prona il genocidio di tutti gli ebrei. D'altronde i razzi di Hamas sono tirati a caso sui civili proprio per provocare un genocidio. E questo non sarebbe terrorismo? Certo, a suo tempo gli israeliani lo hanno coltivato come opposizione all'OLP. E allora? Anche Giulio Cesare metteva le tribù galliche una contro l'altra, secondo i suoi interessi. E' una politica antica come il mondo ma se la pratica Israele diventa improvvisamente scandalosa. Altra prova di doppio standard, un tipico segno di razzismo antiebraico travestito da correttezza politica. A Gaza c'è una quantità di posti spopolati da cui potrebbero partire i razzi senza mettere in pericolo i civili ma è noto che Hamas cerca scrupolosamente le vittime civili per la sua propaganda. D'altra parte è impensabile che Israele si faccia bombardare senza reagire. I civili sono avvisati in ogni modo possibile e questo ha permesso di limitare le perdite. Per liberare la Germania dai nazisti, gli Alleati hanno ucciso 2.500.000 civili tedeschi e nessuno li ha accusati di genocidio. Anzi gli hanno detto bravi. Fatte le debite proporzioni e considerato il numeo di azioni, le vittime di Gaza non sono molte. O meglio, anche una sola vittima sarebbe di troppo, ma la guerra è la guerra. Un'azione dell'ONU ne avrebbe sicuramente provocate di più. Ho letto il link, conosco quel movimento. Israele è un paese libero dove puoi dire di tutto. E' giusto che l'azione del governo sia criticata come succede in tutti i paesi civili. Ma in nessuno dei paesi circostanti, meno che mai a Gaza, si può fare altrettanto. Per il semplice fatto che non sono paesi civili. Ecco quello che rende Israele una meravigliosa eccezione in Medio Oriente.

Ciao, grazie della visita.

dragor (journal intime)

dragor

Grazie Pim, ricambio l'abbraccio.

dragor (journal intime)

marcello

interessante.

non immaginavo che il 60% degli israeliani fosse ateo, quindi la maggior parte di loro è immigrata per motivi economici, suppongo

ivano

Non sapevo che l'identità si trasmettesse per via materna.
Stando così le cose, hai rimediato con le tue figlie, che non sono ebree grazie alle loro madri.
A questo punto tua nonna dovrebbe riposare in pace :-)
Sulla questione israelo-palestinese non si giungerà facilmente ad una soluzione come fu nel caso della Germania nazista, perchè in quel caso tutto il mondo condannava una parte precisa, nel caso di oggi le posizioni sono divise.
Le tue argomentazioni sono ottime, ma le posizioni sono ideologiche e contro le ideologie la ragione non funziona mai.

dragor

Ciao Ivano, che piacere risentirti. Hai detto tutto. Le ideologie sono una fede e contro le ideologie la ragione è un'arma spuntata. E il conflitto in Medio Oriente è essenzialmente religioso. Lo prova il fatto che gli atei arabi ed ebrei sono fratelli.

dragor (journal intime)

dragor

Ciao Marcello. L'immigrazione degli arabi è sopratutto per motivi economici o di studio, dato che le università israeliane sono molto più efficienti di quelle dei paesi circostanti. Quella degli ebrei, laici o religiosi, è identitaria. Israele è un punto di riferimento.

dragor (journal intime)

marcello

ciao Dragor, tutto bene? è un po che non ti si legge

dragor

Sì, caro Marcello, ho perso un po' di tempo su FB. Rimediero al più presto.
Ciao e grazie.

dragor (journal intime)

I commenti per questa nota sono chiusi.