La mia foto
Blog powered by Typepad
Iscritto da 03/2006

compt


provenienze

contatori

paperblog

REMEMBERING ADELE

  • ciaoadele

blogpoll

« Burundi, come liberarsi di Pierre Nkurunziza? | Principale | Chi ha visto Robert Chardon? »

14/05/15

Commenti

Pim

Cannes è un sogno, ma un sogno tangibile, in cui si ha l'illusione di poter davvero sfiorare con mano la magia del cinema: Hollywood sta al di là dell'oceano e, di converso, Venezia ci richiama un po' troppo da vicino alla quotidianità italica. Il fascino della Côte sta nel suo rimando continuo agli anni '50 - se non si fa troppo caso al traffico e agli ambulanti -, ad un divismo patinato, di suite al Carlton e vetture sportive lanciate sulla Grand Corniche. E poi quella luce, quei colori, li puoi trovare solo sulla Croisette.

dragor

E' vero Pim, il Festival di Cannes è deliziosamente rétro. Un'evasione dalle miserie del quotidiano. E un'evasione, aggiungo, protetta da un impressionante dispositivo di polizia. Domenica, forse anche per la visita di Valls, sulla Croisette c'erano più poliziotti che civili. Segno che la pressione della realtà alle frontiere del sogno è fortissima.

dragor (journal intime)

I commenti per questa nota sono chiusi.